Il foreign exchange market, anche detto Forex, è il mercato dove una valuta viene scambiata per un’altra. È il più grande dei mercati del mondo. Ogni giorno vengono scambiati più di 5000 miliardi di dollari.

Molti utenti dentro questo enorme mercato cercano semplicemente di scambiare una valuta estera con la propria, come le multinazionali che devono pagare salari e magari hanno altre spese in nazioni diverse da quelle in cui vendono i prodotti. Tuttavia, gran parte del mercato è costituito da “commercianti di valuta”, che speculano sui movimenti dei tassi di cambio, proprio come altri speculerebbero sui movimenti dei prezzi delle azioni. I trader cercano di trarre vantaggio anche da piccole fluttuazioni dei tassi di cambio.

Nel mercato del forex ci sono poche o nessuna “informazione interna”. Le fluttuazioni dei tassi di cambio sono di solito causate dai flussi monetari reali e dalle anticipazioni sulle condizioni macroeconomiche globali. Le notizie significative vengono pubblicate pubblicamente, quindi, almeno in teoria, tutti nel mondo ricevono le stesse notizie allo stesso tempo. Quindi è praticamente impossibile influenzare il mercato del forex con i volumi che ci sono ogni giorno.

Il meccanismo che sta dietro il foreign exchange market è molto facile da capire: in pratica c’è una compravendita di due valute come può essere l’euro e il dollaro. Sì compra una valuta e contemporaneamente se ne vende un’altra.

Le valute sono scambiate l’una contro l’altra. Ogni coppia di valute costituisce quindi un prodotto individuale ed è tradizionalmente nota XXX/YYY, dove YYY è il codice internazionale di tre lettere ISO 4217 della valuta in cui è espresso il prezzo di una unità di valuta XXX. Ad esempio, EUR/USD è il prezzo dell’euro espresso in dollari USA, come in 1 euro = 1,1504 dollari.

A differenza delle borse valori e dei futures, la valuta estera è in effetti un mercato interbancario e fuori borsa (OTC – over-the-counter), il che significa che non esiste un’unica borsa universale per una specifica coppia di valute. Il mercato dei cambi opera 24 ore al giorno per tutta la settimana. Se la sessione europea è terminata, inizierà la sessione asiatica o la sessione statunitense, in modo che tutte le valute mondiali possano essere continuamente in commercio. I trader possono reagire alle notizie quando queste si interrompono, piuttosto che aspettare che il mercato si apra, come avviene per la maggior parte degli altri mercati.

Come in ogni mercato c’è uno spread domanda/offerta (differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita). Sui principali scambi, la differenza tra il prezzo al quale un market maker venderà (“ask”, o “offerta”) a un cliente e il prezzo al quale lo stesso market maker acquisterà (“bid”) dallo stesso cliente è minima, di solito solo 1 o 2 pips. Nel prezzo EUR/USD di 1,4240 un pip sarebbe lo “0″ alla fine. Quindi la quotazione di EUR/USD potrebbe essere 1,4240/1,4241.

Questo, naturalmente, non si applica ai clienti più piccoli come potete essere voi. La maggior parte dei singoli speculatori opererà utilizzando un broker (sono intermediari che si occupano di connettere tutti gli operatori del Forex tra di loro per facilitarne gli scambi) che in genere avrà uno spread contrassegnato fino a 3-20 pip (quindi nel nostro esempio 1,4240/1,4242 o 1,425/1,428). Il broker darà ai propri clienti spesso un margine enorme. I broker non sono regolamentati dalla U.S. Securities and Exchange Commission (in quanto non vendono titoli), quindi non sono vincolati dagli stessi limiti di margine dei broker azionari.

Posso operare nel mercato del forex?

Se vi state chiedendo se il forex può fare al caso vostro, la risposta è: dipende. Se avete intenzioni di studiare prima di investire i vostri soldi, questo mercato può adattarsi alle vostre esigenze, solitamente i piccoli investitori fanno forex trading utilizzando la leva finanziaria.

Siccome la fluttuazione del valore di queste valute è molto piccola, si parla di centesimi, spesso anche meno, molti trader utilizzando come abbiamo già detto la leva finanziaria per massimizzare i guadagni.

Se il vostro broker vi offre una leva finanziaria di 100: 1, supponendo di voler investire 1.000 euro, utilizzando la leva opereremmo con 100.000 euro.

Vantaggi del forex rispetto ad altri mercati:

  • Volumi enormi e liquidità alta: il forex trading è un mercato, come abbiamo detto in precedenza, estremamente liquido, con volumi enormi infatti gli ordini vengono eseguiti istantaneamente, a differenza di altri mercati come quello delle azioni.
  • Nessuna commissione: questa condizione dipende dal broker che sceglierete per operare, la maggior parte coprono i costi del servizio grazie allo spread tra la domanda e l’offerta.
  • Potete iniziare con un capitale molto piccolo: ogni trader decide di quanto aprire la sua posizione, può essere di migliaia di euro ma anche piccola come qualche decina di euro.
  • Il mercato del forex è aperto 24 ore al giorno, cinque giorni e mezzo alla settimana.
  • Leva: grazie alla leva, tutti possono operare in questo mercato, anche utilizzando capitali molto piccoli.